Descrizione

simulatori di guida professionali nascono diversi anni fa come strumenti per la pratica e l’allenamento dei piloti, in particolar modo per le discipline di sport automobilistici di velocità in pista. Con lo sviluppo tecnologico e informatico, i simulatori hanno visto una continua evoluzione tale da consentire di rappresentare con sempre più attendibilità le condizioni di guida che un pilota affronta a bordo di una monoposto o di una sport-car, attraverso una riproduzione dettagliata dei circuiti e soprattutto attraverso l’utilizzo di sistemi elettro-meccanici che replicano con fedeltà il comportamento della macchina e dei comandi di guida, restituendo un feedback di impressionante realismo al pilota.

Oggi tutti i team di F1 hanno presso le loro factories dei simulatori di guida molto sofisticati, che consentono, oltre che di sostituire la pista reale nell’allenamento dei piloti, anche di mettere a punto il set-up della monoposto in funzione del tracciato. Leggiamo ormai spesso di risultati vittoriosi ottenuti dai team grazie ad un lavoro di messa a punto svolto dai piloti collaudatori al simulatore. Accanto a queste macchine estreme, costruite e tenute praticamente top secret dai team, esistono dei simulatori professionali che invece sono progettati per essere utilizzati, oltre che per allenamento alla guida in pista, anche a scopo di experience per non professionisti. Questi simulatori riproducono fedelmente il comportamento di una F1 sui circuiti più famosi senza tuttavia avere il grado di esasperazione tecnologica dei simulatori usati in F1. Sono concepiti per essere usati anche da un pubblico che non ha una particolare esperienza di corse, permettendo di vivere nel modo più realistico possibile l’ebrezza e le sensazioni che una vera monoposto più trasmettere.